Greater Boston

Quartieri

Molti considerano il quartiere di BACK BAY a Boston il segno distintivo della città, l’emblema del lusso. Back Bay è stata considerata una delle zone più benestanti della città fin dal momento in cui fu creata grazie ad un’opera di bonifica che riempì una palude nella seconda metà dell’800.
Quando finalmente l’area di Back Bay iniziò ad essere bonificata a partire dalla zona di Needham nel 1856, allora i bostoniani accorsero numerosi per acquistare i nuovi appartamenti e cominciarono a trasferirsi qui. Il quartiere attirò subito le istituzioni: una nuova biblioteca, un museo d’arte, un’università ed alcune chiese cominciarono ad arricchire il quartiere.Commonwealth Avenue è il più maestoso viale alberato della città, splendido durante la primavera. Più a nord si trova Marlborough Street illuminato dai lampioni a gas e ombreggiato dalle le magnolie. L’unica opzione per lo shopping in tutto 6969532534_0c6e123c2d[1]il quartiere di Back Bay è Newbury Street, una delle vie commerciali più alla moda di tutti gli Stati Uniti. Il Centro culturale di Back Bay è da sempre Copley Square. Posizionata all’incrocio tra Huntington Ave, Boylston Street e Dartmouth Street, è sempre affollata e piena di vita. Gli edifici che ne delimitano i confini sono la magnifica Trinity Church, la John Kancock Tower, il più alto grattacielo di Boston realizzato dal celebre architetto IM Pei, e la Boston Public Library. Nelle vicinanze si trovano anche il Copley Plaza, uno dei più grandi e prestigiosi hotel della città e la neogotica Old South Church.

L’elegante quartiere storico di BEACON HILL è una mostra d’arte ed architettura all’aria aperta. Beacon Hill è stato eletto a National Historic District: ancora presenti i lampioncini a gas, strade punteggiate da vecchi olmi, marciapiedi di ciottolato lungo le case che risalgono al 19° secolo, oggi protette da restrizioni governative per l’edilizia e l’architettura tanto da stabilirne anche il colore delle porte. Charles Bulfinch – architetto bostoniano –  fu il creatore di questo quartiere nel 1830 progettandone palazzi e caseggiati, inclusa la Massachusetts State House sull’ omonima Beacon Hill Street. Beacon Hill è un unico dettaglio: inferriate di ferro battuto ai piani a terra, batacchi d’ottone di varie forme sulle porte delle case, architravi decorati sopra porte e finestre.Fu il quartiere residenziale di quella classe aristocratica e dirigente bostoniana detta dei “Bramini”, dalla fine del ‘700. E’ qui che abitavano intellettuali, scrittori e filosofi che hanno forgiato il sapere e la cultura americana. Louisburg Square è probabilmente un indirizzo spesso associato con il benessere ed il privilegio a Boston. Qui vive ancora il senatore John Kerry. La Mt.Vernon Street fu definita la più bella strada d’America dallo scrittore Henry James. Molto bella è anche la vicina Acorn Street fotografata da chiunque passeggia a Beacon Hill. Charles Street è l’ideale per passeggiare per negozi e boutique d’antiquariato.

South End stepS BostonIl SOUTH END di Boston è un quartiere che è stato registro nel NATIONAL REGISTER of HISTORIC PLACES dal 1973 ed è il più grande quartiere urbano vittoriano dei tutti gli Stati Uniti. Sostanzialmente il South End è un quartiere intatto ed è un Landmark dal 1983, e – come tale – è supervisionato da una commissione che ne cura tutte le migliorie di natura fisica legate al significato storico, sociale, culturale, architettonico ed estetico. Sede di numerose istituzioni artistiche: gallerie d’arte, studi d’artisti, teatri, club e cabaret, nonché la sede del BOSTON BALLET rinomato sia per la danza classica sia per quella contemporanea, è una delle prime cinque compagnie in Nord America- e da BOSTON CENTER FOR THE ARTS un vero villaggio culturale dentro la città, che propone performance artistiche principalmente d’arte contemporanea.È anche il quartiere gay “storico” della città.

NORTH END si può considerare la Little Italy di Boston, una delle più grandi degli Stati Uniti d’America. All’inizio del 19° secolo il quartiere fu interessato da flussi immigratori provenienti soprattutto dall’Irlanda. Gli irlandesi costituirono la maggioranza della popolazione di North End fino agli inizi del 20°, poi agli irlandesi cominciarono a sostituirsi gli italiani. Alcuni businessmen italiani di successo iniziarono le attività nel North End: mercanti, panettieri, impresari, farmacisti, commercianti di liquori, sarti e proprietari di ristoranti. Oggi la presenza italiana è molto forte, numerosi sono infatti locali e ristoranti gestiti da famiglie di italiani. Da Giugno fino a Settembre il North End festeggia praticamente ogni weekend, con il picco massimo durante il mese di Agosto dove si organizzano processioni e feste religiose. Alle feste si accompagna la gastronomia locale e le sfilate con le madonne o i santi portati a spalla dai credenti.

CHINATOWN Boston: i primi emigranti Cinesi giunsero a Boston nel 1880. Piantarono le tende in quella che oggi è conosciuta come “Ping on Alley”. Oggi la Chinatown a Boston é cresciuta ed é diventata l’hub delle famiglie Cinesi del Massachusetts e della regione del New England. Si trova tra Downtown Crossing ed il South End, ed offre una varietà di attrattive storiche, eventi ed ovviamente cucina tradizionale Cinese.

waterfrontIl WATERFRONT della città ha subito un enorme e importante rinnovamento. Oggi turisti e abitanti passeggiano piacevolmente lungo l’Harbor Walk o si godono dell’ottimo pesce in uno dei numerosi locali che si affacciano sull’oceano. Mentre la scena teatrale si vive nel THEATER DISTRICT, da sempre il banco di prova delle produzioni di Broadway.