Case Storiche di Letterati

Concord, ORCHARD HOUSE: Louisa May Alcott

(1832-1888), Concord

Nel tredicesimo capitolo di LITTLE WOMEN le quattro sorelle e la loro devota amica Laurie sono a fare un picnic e decidono di giocare a Castle in the Air. Ognuna pensa ad un desiderio che diventa realtà; Jo, che è la stessa Louisa May Alcott, desiderava scrivere libri, diventare ricca e famosa. Così, infatti, fu per l’Alcott prima di morire a 55 anni.
Il suo libro Little Women fu pubblicato nel 1868.
Gli Alcott cambiarono molte case, ma arrivarono nel 1857 ad Orchard House. Un senso di sollievo accompagnò l’insediamento della famiglia Alcott a Concord.
Louisa trascorse la sua infanzia a Boston e a Concord, Massachusetts: passeggiava a Walden Pond e faceva gite in barca con Henry David Thoreau. Ralph Waldo Emerson le consentiva di consultare la sua biblioteca.
La casa di Concord fu acquistata dal padre Bronson, da un contadino per 945 $. La chiamò Orchard House per la presenza d’alberi di mele. Ampliò le finestre, costruì un portico, aggiunse comignoli ed abbaini e la dipinse di marrone.
Fu la casa di Louise May Alcott per vent’anni e fu qui che scrisse Little Women. Il romanzo si basa sull’infanzia e fanciullezza di Louisa e le sue sorelle durante la Guerra Civile nel New England. I membri della famiglia servirono da modelli per caratterizzare i personaggi di Piccole Donne. Anna (“Meg”), la più anziana era un attore amatoriale e May (“Amy”) era un’artista di talento; Elizabeth (“Beth”), una musicista dotata, ma morì prima che la famiglia traslocasse in questa casa di Concord. La loro madre, l’attivista sociale Abigail May Alcott, frequentemente assunse il ruolo di mantenitrice dell’intera famiglia. Louisa scrisse, infatti, nel suo diario, circa suo padre Bronson: had “no gift for money making.”
Louise scriveva nella sua stanza da letto che condivideva con la sorella Anna. Louise May Alcott contribuì a mantenere la famiglia scrivendo libri. Arrivò a scrivere anche quattordici ore il  giorno. Acquistò col denaro guadagnato un forno e dei tappeti per Orchard House; inviò la sorella May a Parigi per continuare gli studi d’arte. Orchard House è decorata di schizzi e disegni originali di May Alcott.
Fu nella stanza di May che le sorelle Alcott solevano cambiarsi d’abito per le pieces teatrali che recitavano in casa: c’è ancora un baule nella casa, che conteneva i costumi teatrali.
Dietro Orchard House il padre costruì la Scuola di Filosofia fondata nel 1879 sul modello dell’Accademia di Platone e del movimento del Lyceum in America. La scuola promuoveva gli ideali del Trascendentalismo. Le camere a piano terra ospitavano le lezioni fino alla morte di Bronson nel 1888. Sorge un busto dello scultore Daniel Chester French, famoso per la statua del Lincoln seduto al Washington Memorial. Il salotto degli Alcott alla Orchard House era il fulcro dell’ospitalità della famiglia. C’era il piano, si ballava, si raccontavano storie e si faceva teatro.
Nella dining room il padre Bronson Alcott incoraggiava conversazioni e dibattiti: era sede di incontri intellettuali. Essendo vegetariano insisteva che la famiglia seguisse una dieta a base di pane, cereali, verdura e frutta. Amos Bronson Alcott visse in maniera unica traducendo le sue idée trascendentaliste negli insegnamenti quotidiani. In qualità di educatore credeva che la conoscenza a le guida morale sorgesse dall’interno di ognuno e che era appunto il ruolo dell’insegnante aiutare queste doti a spiegarsi in modo benefico. Alcott credeva che la chiave delle riforma sociale e della crescita spirituale risiedesse nella famiglia. Valori essenziali erano instillati nei suoi bambini fin dalla più tenera età: credere in sé stessi, il senso del dovere, il sacrificio e la carità. L’espressione dell’individuo  era coltivata al punto da mantenere un diario quotidiano. Questi diari erano spartiti con lo scopo di stimolare l’apertura del pensiero e dei sentimenti. Il suo sogno di una vita per una School of Philosophy fu realizzato a Concord. Fu una delle prime scuole estive per adulti e rimase aperta per nove estati consecutive, e chiuse nel Luglio 1888 con un servizio memoriale dedicato a Bronson Alcott che era morto il 4 Marzo di quell’anno. “Surely dear father some good angel or elf dropped a talisman in your cradle that gave you force to walk thro life in quiet sunshine while others groped in the dark…” scrisse  Louisa May Alcott a suo padre il 28 Novembre 1855.
In tutto Louisa pubblicò oltre 30 libri e collezioni di racconti. Morì il 6 Marzo, 1888, due giorni dopo la morte di suo padre, ed é seppellita allo Sleepy Hollow Cemetery a Concord.

Orchard House
399 Lexington Road
Corncord, MA 01742.
Si può visitare solo con visite guidate in piccoli gruppi.

Durante tutto l’anno il museo organizza eventi speciali. La maggior   parte dei programmi richiede una prenotazione con prepagamento effettuabile con Visa, MasterCard, o American Express.

Le prenotazioni si fanno all’ Orchard House durante gli orari d’apertura, oppure per posta al P.O. Box 343, Concord, MA, altrimenti al telefono Tel.: (978) 369-4118, oppure via fax Fax.: (978) 369-1367.

Per ulteriori informazioni su qualsivoglia tipo di programma in calendario, si prega di contattare il Director of Public Programs & Services durante i giorni infrasettimanali dalle ore 8:30 . alle 16.30  al Tel.:(978) 369-4118.
Il Museo include anche un negozio che offre una varietà di articoli da collezione, regali, libri e materiali educativi con relazione agli Alcott ed al loro mondo. Gli orari del negozio sono i medesimi del museo.