Regioni & Città

Greater Boston

BOS copertina fbBoston può veramente essere considerata la porta d’ accesso dell’America in quanto è la città statunitense più vicina all’Italia. Solo 7 ore di volo con Alitalia –  da Roma Fiumicino – con voli non stop. Inoltre comodi collegamenti anche con Lufthansa (via Monaco o Francoforte) e con Swiss International Airlines (via Zurigo), con British Airways (via Londra), con Air France (via Parigi), con Aer Lingus (via Dublino). Da considerare inoltre che l’aeroporto Internazionale Logan dista meno di 5km dal centro di Boston ed il tragitto verso e dall’aeroporto è rapido ed efficiente, sia con taxi, sia con pullman navetta Massport che collega con la metropolitana  sia (escluso nei rigidi inverni) con il “water shuttle” che attraversa la Baia di Boston in soli 8 minuti di tragitto permettendovi di raggiungere velocemente il centro città.

Boston è la più piccola delle grandi città d’America. Non conta più di mezzo milione di abitanti che diventano tre e mezzo includendo anche Greater Boston, i dintorni con città satellite. I luoghi principali sono a breve distanza l’uno dall’altro, ottimamente collegati da frequenti fermate di metro e bus. E’ una fra le città più sicure degli Stati Uniti ed è la città storica per eccellenza essendo stata teatro dei più importanti avvenimenti dell’indipendenza americana. Infatti fu proprio qui che il movimento rivoluzionario prese vita, inizialmente provocato dalle imposte pretese da Londra. Il Massacro di Boston, il Boston Tea Party e la Battaglia di Bunker Hill, segnarono tutte tappe significative nella lotta per l’indipendenza. La città è una perfetta miscela di antico e moderno. Romantici vicoli di ciottoli con case di mattoni rossi, viali alberati, edifici storici, storiche chiese, caffè sulla strada e spaziosi parchi tracciano il profilo della città armonizzandosi a moderni tram, ai centri commerciali e alle torri di specchi che delineano l’affascinate skyline di Boston.

Boston è ben disegnata e più compatta di altre città americane può essere tranquillamente visitata a piedi, meglio se percorrendo il “Freedom Trail” – Sentiero della Libertà – un cammino attraverso la storia segnalato da una  continua linea rossa, che si estende per circa 4 chilometri lungo le strade pedonali di Boston e che conduce a 16 luoghi di interesse storico. Punto di partenza ideale  è il centrale “Boston Common“, il primo parco pubblico americano che, insieme ai “Public Gardens” (giardini pubblici) costituisce il polmone verde della città. Altre tappe lungo il “Freedom Trail“, sono la maestosa “State House“, ultima dimora del patriota Samuel Adams, l'”Old Corner Bookstore” (ex luogo d’incontro), l'”Old South Meetinghouse” e l'”Old State House” (ex sede dei governatori inglesi ai tempi della “Bay Colony“). La storica “Faneuil Hall“, la cosiddetta Culla della Libertà, utilizzata fin dal 1742 come centro degli scambi commerciali e punto d’incontro per la comunità, fa oggi parte  del paradiso dello shopping: Quincy  Market. A nord, oggi quartiere italiano, sorgono l’Old North Church, la casa natale di Rose Fitzgerald Kennedy e la casa del patriota Paul Revere del 1676. L’elegante Newbury Street, a ovest dei Public Gardens è la via dello shopping per eccellenza con boutique esclusive unitamente alla vicina Back Bay, con la collezione più ampia ed impressionante dell’architettura vittoriana negli Stati Uniti. I graziosi brownstones (residenze tipiche di pietra bruna) danno un’aria di eleganza ai viali alberati dove si trovano molte boutique di alta moda, negozi d’antiquariato, gallerie d’arte, e negozi chic famosi nel mondo. 7107239659_1bfce530df[1]Chiamata semplicemente la “Hill” (la collina) questa è la zona più ricca di Boston. Si riconosce l’essenza vittoriana del Beacon Hill nel ciottolato, nei marciapiedi di mattoni, nei lampioni a gas, nei cancelli in ferro battuto, nei giardini nascosti, e nei vetri di tinta violacea. La State House, la sede del governo statale, con la cupola d’oro fronteggia Beacon Street. Visitando la zona delle battaglie appena fuori Boston nell’area di Concord – Lexington, merita una visita la casa (oggi museo) di Luisa May Alcott, (399 Lexington Road – Concord, MA) la scrittrice resa famosa nel mondo per il romanzo “Little Women” (Piccole donne).  Vi guiderà nella visita una simpatica guida  che immedesimandosi nella Alcott saprà illustrarvi ogni dettaglio della casa, del periodo in cui visse e sull’autenticità della storia di “Piccole donne“.

Boston è in grado di offrire arte, musei, teatri, spettacoli, musica ed ancora musica. Si tratta della città più musicale del Paese e ospita la famosa Boston Symphony Orchestra e i Boston Pops. Se vi capita di essere a Boston fra luglio e settembre avrete modo di vedere alcuni tra i più grossi nomi del rock dare spettacolo al Harborlights Music Festival. Oppure se vi recate sulle colline (nel Berkshires, Massachusetts occidentale) in estate potrete assistere a concerti all’aperto della Boston Symphony Orchestra nel parco di Lenox, al Tanglewood Festival. Un altro grande festival musicale estivo si svolge a Great Woods, a circa 40 chilometri a sudovest di Boston. Gli amanti del balletto e dell’opera e del teatro avranno a disposizione numerose opportunità. L’imbarazzo della scelta si ha anche per i musei e le gallerie. A Boston, il Museo di Isabella Stewart Gardner è una tappa obbligatoria: una stravagante esposizione di tesori d’arte raccolti da una signora che amava particolarmente l’Italia e Venezia. Interessante è il museo dedicato al più famoso dei figli di Boston, John F. Kennedy: il “JFK Library & Museum“, a Columbia Point. Sulla sponda opposta del Charles River è ubicata la città di Cambridge, celebre per l’Università di Harvard, fondata nel 1636, e per il rinomato “Massachusetts Institute of Technology” (MIT).

Boston e tutto il Massachusetts sono un vero paradiso per lo shopping. Oltre alla già citata Newbury Street dove si trovano boutique di stilisti ed oltre 50 gallerie; nello storico Quincy Market si possono effettuare acquisti veramente convenienti. Interessanti sono i negozi di antiquariato in Charles Street; eleganti le boutique al Prudential, al Copley Place e numerosi i negozi nel quartiere di Downtown Crossing. Per lo shopping i prezzi sono estremamente allettanti e, diversamente da altre città americane, l’imposta sulle merci in vendita è solo del 6,25%, mentre l’abbigliamento ne è esente.

Boston vi sorprenderà per la sua cucina: ottima e raffinata. Fra le specialità culinarie anzitutto i frutti di mare: astici, “lobster“, ostriche e vongole; quindi la zuppa di vongole “clam chowder“(una vera specialità nel New England) e le vongole fritte (“fried clams“).Da provare anche i fagioli arrosto (baked beans), la cream pie e l’indian pudding. Il mirtillo rosso costituisce il principale prodotto agricolo. Utilizzato per le conserve di frutta, per i succhi, nei “muffin“, o essiccati per il “muesli“, questo frutto aromatico oltre ad essere molto gustoso è anche nutriente. Per una eccellente cena  segnaliamo “Ye Old Union Oyster House” il più vecchio ristorante d’America (1826) . Troverete le migliori specialità di carni e soprattutto di pesce in un ambiente veramente elegante e suggestivo e con prezzi non per turisti, ma da locali buongustai.

Boston si visita risparmiando con l’acquisto del City Pass, che include la visita alle seguenti attrattive:

Il sito ufficiale della città di Boston è BOSTONUSA.com 

Mappa metro MBTA Boston