People

Daniel Chester French

Abramo Lincoln del 1920 sito nel Lincoln Memorial a Washington D.C. è opera di Daniel Chester French (20 aprile 1850 – 7 ottobre 1931), scultore nativo del New England ed artista in contatto con contemporanei quali Emerson e la famiglia Alcott. La scultura fu eseguita alla fine della carriera dell’artista e ne riflette l’evoluzione sia artistica sia dell’architetto French. Ogni anno sono oltre 4 milioni i turisti che si recano a Washington D.C. in pellegrinaggio per ammirare l’enorme statua di marmo della figura seduta che irradia dignità e saggezza. Il Lincoln Memorial fu dedicato il 30 Maggio 1922; all’origine la proposta della statua venne fatta due anni dopo l’assassinio del presidente, ma furono impiegati 50 anni per realizzarla. La statua è alta 5 metri e 70 cm, scolpita nel marmo della Georgia, colpisce per l’impatto drammatico poiché Lincoln appare profondamente pensoso, silenzioso e forte. Dal 1915, French fece almeno quattro modelli, usando schizzi del ritratto di Lincoln di Matthew ed i calchi delle mani di Leonard Volk quando Lincoln era ancora in vita.  Dopo svariate correzioni French inviò il suo modello di oltre cinque metri nell’officina dei famosi fratelli Piccirilli a New York City, nel Bronx e fu impiegato un anno per la scultura che French personalmente ritoccò nei dettagli finali.

La carriera di French inizia a 23 anni, quando ricevette da parte della città di Concord, in Massachusetts il primo incarico che lo portò alla creazione dell’opera conosciuta con il nome di The Minute Man, la quale venne esposta il 19 aprile del 1875 per la commemorazione del centenario della Battaglia di Lexington, ove oggi si erge a nord ovest di Boston. Un’altra sua opera è la famosa statua di bronzo di John Harvard, la sua seconda grande committenza ed opera significativa delle sua giovane carriera, oggi attrazione all’Harvard College Yard. Nel 1917 progettò la medaglia d’oro del Premio Pulitzer. French morì a Stockbridge ove trascorse intere estati, nel 1931 e venne sepolto allo Sleepy Hollow Cemetery di Concord, a nord.ovest di Boston.

La casa e lo studio di scultura estivi di French sono nel Berskshires del Massachusetts, nel villaggio di Stockbridge. French scelse di costruire una dimora relativamente modesta ed uno studio che diventasse la colonia estiva. Treni servivano regolarmente New York e Boston con Stockbridge e la vicina Lenox, entrambe cittadine buen retiro della elite economica americana tra il 1880 ed il 1920, la “Gilded Age”. French trascorreva metà dell’anno nella dimora e studio del Greenwich Village a New York e l’altra metà dell’anno in quello che lui definì “heaven,” ovvero Chesterwood. Daniel Chester French combinò in maniera eccelsa l’eleganza dei giardini all’italiana con la bellezza rurale naturale del paesaggio, creando un ambiente unico ed una location che oggi – non casualmente – è ritenuta tra le più idilliache ed è spesso affittata per matrimoni, cerimonie e banchetti per piccoli eventi intimi. La viste panoramiche, le terrazze storiche, la passeggiata nel bosco e nel giardino, i prati accuratamente curati sono l’ambiente nel quale French e la sua famiglia trascorse intere stagioni estive all’insegna dell’arte, della musica, delle feste, della socialità, della buona cucina.

Una copia della famosa scultura del Lincoln seduto é esposta nello studio dello scultore a Chesterwood e molteplici sono i dettagli sui quali ancora oggi si dibatte. Secondo studiosi le mani di Lincoln appaiono posizionate nei segni dell’alfabeto A ed L, una coincidenza forse, ma French le scolpì in questo modo per ragioni estetiche ed in una sua lettera scrisse che intendeva dare forza fisica e mentale al grande Presidente della Guerra Civile, ed alla sua abilità a concluderla con successo. La posizione della figura di Lincoln e la gestualità delle mani aggiungono espressività al volto. Entrambe le mani furono prima scolpite da Leonard Volk nel 1860.  French possedeva copie di calchi di Volk e ne trasse spunto estensivamente nella sua scultura per il Lincoln Memorial, ma la mano destra fu deliberatamente scolpita in modo diverso.  In tutti i casi French usò il linguaggio americano – American Sign Language – per il memoriale di Thomas Gallaudet Memorial (1885-89), a rendere onore all’inventore dell’ASL.

A Chesterwood i tour della casa guidati sono disponibili dal  26 Maggio al 14 Ottobre. L’ingresso consente d’accedere allo Studio, alla residenza, ai giardini, alle sale espositive, alle attività interattive studiate per i bambini, al museum shop, all’area picnic area ed ai sentieri nel bosco. E’ disponile un biglietto speciale al programma American Icons che prevede uno sconto per gli accessi a Chesterwood, Norman Rockwell Museum, Hancock Shaker Village e The Mount, dimora di Edith Wharton, un insieme museale d’eccezione nelle colline del Berkshires, con validità per 5 giorni. I biglietti sono in vendita in ogni museo rispettivamente.