Chiese e Luoghi Spirituali

Cape Cod&Isole

THE CHURCH OF TRANSFIGURATION ad Orleans, sulla Cape Cod Bay, è l’espressione contemporanea di un’antica architettura del quarto secolo, tradizione condivisa da tutti i Cristiani, la cui forma riflette la tradizione monastica della comunità benedettina di frati e suore e la visione ecumenica. La costruzione della chiesa ha inizio nel 1997, coinvolgendo architetti, consulenti liturgici ed artisti di tutto il mondo. Costruita in pietra calcare del Minnesota, presenta una lunga navata rettangolare con forte richiamo alle chiese bizantine, un’abside rotonda sul versante orientale, navate laterali strette, un tetto di travi di legno spiovente, colonne ed arcate interne lungo la navate laterali. L’edificio con la sua arte vorrebbe narrare la storia della salvezza così come è narrata nelle Scritture dalla Genesi alla Rivelazione. L’architettura della chiesa è una forma contemporanea di una basilica antica, prima in uso dai Romani, più tardi adottata da primi Cristiani ed in entrambi i casi riflette la visione della Comunità di Gesù Community of Jesus e la sua identità monastica. La sua forma ed il suo design accolgono la messa che si svolge al suo interno, sia la celebrazione quotidiana dell’Eucarestia, e la Liturgia. Il disegno fortemente longitudinale, le colonne e le arcate che fiancheggiano la navata centrale, la tessitura del tetto centrale, l’abside che avvolge e presenta l’altare: tutto sottolinea il significato dell’altare e dà la direzione del movimento alla chiesa.  La seduta antifonale consente il canto dei salmi. La posizione unica dell’organo nella navate laterali consente al suono di espandersi nella chiesa. Inoltre l’arte di questa chiesa rientra nella struttura fisica, con le sue forma antiche di mosaici come nel ravennate in Italia, affreschi, sculture che usano materiali naturali. In questo modo le immagini diventano le vere pareti e la porte della chiesa. Gli affreschi sono di  Silvestro Pistolesi, maestro di Firenze, riconosciuto internazionalmente, che usa la tecnica del “buon fresco”. Pistolesi ha creato grandi lavori di significato nell’Abbazia di Montecassino, al Santuario Verna, all’Abbazia di  Vallombrosa, quindi alla Church of the Transfiguration a Cape Cod. Coerenza della fede ed autenticità delle scritture sono la priorità di questa chiesa con il supporto dell’arte che deve rafforzare il sentimento della fede, richiamare ai misteri della storia della salvezza e dipingere la vita come un pellegrinaggio per accedere all’altare, dal Battesimo all’Eucarestia. Le porte bronzee della chiesa richiamano le antiche originali di Andrea Pisano e Lorenzo Ghiberti del Battistero di Firenze: sono monumentali a narrano l’origine dell’umanità e della fede ritraendo Adamo ed Eva. Simboli ed immagini specifiche dell’ambiente di Cape Cod danno alla chiesa un carattere distinto e rammentano al visitatore che il potere della redenzione di Gesù c’è in questo ambiente, nel presente. L’organo della chiesa è integralmente unito alla liturgia ed all’arte, circondando l’ascoltatore con il suo suono. Le canne sono sospese in involucri di mogano  sopra le due navate laterali in un disegno unico. L’organo – costruito da Nelson Barden & Associates di Boston, è un restauro ed espansione di componenti di organi del 17° secolo della E.M. Skinner Organ Company.La chiesa dispone di tour guidati Lunedì-Sabato (chiusura il Mercoledì) dalle 10:00  alle 17:00. Ogni Venerdì dopo il tour delle 15.00 c’è una dimostrazione d’organo sull’organo E.M. Skinner della chiesa.

Old Whaling Church a Martha’s Vineyard – disegnata da Fredrick Baylies, Jr., la Old Whaling Church all’89 Main Street, nel villaggio di Edgartown fu costruita nel 1843 da un prospero capitano baleniere metodista ed è considerata uno degli esempi più raffinati d’architettura  Greek Revival nel New England. Ha un esterno luminoso, e sulla parte frontale dominano sei grandi colonne in stile dorico, un campanile in stile gotico che ospita l’orologio che segna le ore sui suoi quattro lati. All’interno le pareti sono tinteggiate di bianco ed ampie finestre consentono di creare un’atmosfera ariosa ed illuminata. provetti costruttori di vascelli furono impiegati nella costruzione della chiesa che ha usufruito di legname della terra ferma, travi che supportano il tetto e che sono esemplari dell’ingegneria e del lavoro artigianale del 19° secolo. Di nota le lampade ad olio originali e lo splendido murale  trompe l’oeil dell’artista svizzero Carl Wendte, che lavorò con Baylies a numerose chiese a Martha’s Vineyard e Nantucket. Nel 1980, il Trust acquistò la chiesa dalla congregazione metodista che continua ad usarla ancora oggi. L’edificio è anche usato per riunioni civiche, matrimoni, concerti, letture ed altri eventi della municipalità.