Chiese e Luoghi Spirituali

New Bedford

La First Unitarian Church a New Bedford – sulla costa meridionale del Massachusetts – è una chiesa gotica di pietra sulla Union Street, tra la Eighth e la County Street. L’entrata principale della chiesa è sulla Union Street. L’evoluzione di questa chiesa durante trecento anni è legata ad un vasto movimento distante dal Calvinismo, che si concentrava sulla diffusione della teologia Unitaria nel New England del primo decennio del 19° secolo. Un altro importante fattore nello sviluppo di questa chiesa fu la trasformazione di  Acushnet da congregazione rurale ed agricola ad una semi-urbana nel villaggio di New Bedford, che poi divenne una delle cittadine più ricche del 19° secolo in America. Costruita nel 1838 al costo di circa $40,000, richiese 7.000 tonnellate di granito; alcune pietre pesano addirittura almeno 8 tonnellate. Lo stile degli interni è gotico, benchè lo spazio e la luce, la semplicità e la precisione degli elementi decorativi siano condivisi dallo stile Greek Revival del medesimo periodo. Nel 1868 fu unita una cappella nel retro della chiesa. Nel 1896 fu costruita la casa del parroco in linea con lo stile della chiesa. L’organo Flentrop è una creazione di Flentrop Orgelbouw, di Zaandam, Paesi Bassi. L’organo fu costruito seguendo il design barocco usuale ai tempo di Bach. E’ uno strumento ad azione meccanica, costruito nel 1965 e dedicato nel 1967 a Donald Willing, capo della facoltà di organo al New England Conservatory. Spesso è usato per concerti speciali, ma soprattutto per quelli di musica di Johann Sebastian Bach. Flentrop fu un talentuoso designer, costruttore e restauratore tanto che i suoi sforzi pioneristici negli organi attivati manualmente, portò a nuova vita la musica ecclesiastica. Il suo primo organo in Am,erica fu per la Busch Hall ad Harvard University, definito dallo storico d’organi Jonathan Ambrosino, “the beacon of a new age.” Il delicato ed impressionante mosaico dietro al pulpito della chiesa di New Beford fu un regalo alla memoria dei propri genitori –  il giudice Oliver Prescott e sua moglie Helen Augusta Howland Prescott – da parte dei tre figli Oliver Prescott, Jr., Mrs. Frederick Stetson e Miss Mary R. Prescott. Il mosaico fu commissionato alla ditta Louis Comfort Tiffany Studios e creato dall’artista Frederick Wilson (1858-1932) già famoso per altre splendide vetrate istoriate. All’epoca fu il “largest and most intricate work of its kind in America,” tanto da richiedere un anno per essere completato e fu rappresentato in copertina nel catalogo dei Tiffany Studios del 1911. C’è un altro mosaico di Frederick Wilson a New Bedford, nella Pilgrim Congregational Church oltre ad alcune finestre istoriate sempre dello stesso artista, tra le quali una alla Grace Church, Episcopal. La messa Jazz della First Unitarian Church è diventata oramai un’istituzione a New Bedford, ogni anno agli inizi di Giugno artisti locali di jazz si uniscono alle celebrazione con la musica, che dona bellezza e meraviglia alla vita.  Infine un labirinto classico cretese è stato creato nel 1999 ed è aperto dalle 17.00 alle 20.00 il secondo Giovedì del mese da Maggio a Settembre.

ST.ANTHONY of PADUA, NEW BEDFORD

St. Anthony of Padua fu fondata nel 1895 per servire le necessità dei Cattolici Franco Canadesi che vivevano nel North End di New Bedford. L’ Architetto fu Joseph Venne. L’esterno di questo edificio rossiccio è di pietra arenaria rossa di East Longmeadow, Massachusetts. Il campanile è alto 78 m. ed è il terzo più alto nel New England. La chiesa può ospitare 2000 fedeli seduti a altri numerosi in piedi. Il profilo della chiesa si può vedere a distanza e domina lo skyline di North New Bedford. Molte decorazioni degli interni furono completate tra il 1908 ed il 1912 dallo scultore italiano John Castagnoli (1863–1914), nativo di Borgo Val di Taro in provincia di Parma, che aveva compiuto studi a Firenze. Altri esempi delle sue opere si possono trovare in numerose chiese in Canada, nella cattedrale di Berlin, New Hampshire, e nelle chiese di Notre Dame e Blessed Sacrament, both entrambe nella vicina Fall River, Massachusetts. Uno dei contributi più significativi dell’artiosta è il disegno dei 32 enormi angeli, statue delle quali alcuni sono alte 6 metri, dislocate in tutta la chiesa. I volti degli angeli si rifanno ad alcuni fedeli parrocchiani della St. Anthony Church.Nel 1952 si compì un restauro intensivo della chiesa sotto la guida dell’architetto ed artista italiano Guido Nincheri, che all’epoca viveva nel vicino stato del Rhode Island. Il pulpito originale disegnato da Castagnoli fu sostituito da quello di Nincheri a cura dell’azienda Del Bono Arte Del Marno company Italia. Nincheri aggiunse anche molte vetrate istoriate e dipinti dei quattro evangelisti. St. Anthony of Padua opsita un grande organo manuale a quattro canne costruito nel 1912 dai Casavant Frères di Saint-Hyacinthe, Quebec. Lo strumento è essenzialmente intatto ed è stato parzialmente restaurato nel 2005 da Daniel Lemieux & Associates. In anni recenti la chiesa ha sponsorizzato una serie di concerti per organo.