Alberghi Unici

The Porches Inn, North adams (Berkshires)

Questa è la storia di un uomo e della sua visione e di una donna di spirito e con animo per il business, nella piccola cittadina industriale del Massachusetts occidentale in piena rinascita economica: NORTH ADAMS.

Iniziamo da Jack Wadsworth, ex alunno del Williams College di Williamstown, Massachusetts e del Guggenheim Museum di New York, nonché ex presidente della Morgan Stanley in Asia; questo personaggio ha assistito alla nascita del MassMoCa: da ex fabbrica a Museo per le grandi installazioni d’arte contemporanea, il più grande negli USA, a North Adams, nello scenario della montagne violacee del Berkshires.

Il Mass MoCA si è guadagnato la reputazione di laboratorio per alcuni tra i più grandi lavori in grande dimensione nelle arti visive e spettacolari della contemporaneità.

Uno dei più grandi ed ambiziosi centri d’arte contemporanea del mondo p frutto della trasformazione di un complesso industriale del 19° secolo, di 13 acri, in una città operaia. Il Massachusetts Museum of Contemporary Art (Mass MoCA), apre nel 1999 ed attira oltre 120.000 visitatori all’anno nella piccola e quasi dimentica cittadina di North Adams.

Ciò che colpisce la curiosità di Jack Wadsworth è la soluzione alternativa per il finanziamento di questa istituzione, quattro anni prima che aprisse il museo: oltre 30.000 piedi quadrati dello spazio museale furono infatti convertiti in uffici commerciali in affitto ad aziende innovative, particolarmente sensibili all’arte. Una casa editrice, un’azienda hollywoodiana di effetti speciali, guru dell’internet ed addirittura un corpo di pace per attività tecnologiche. L’ affitto ha finanziato i programmi museali. Wadsworth ebbe così l’ispirazione di convertire un quartiere tra i più poveri della cittadina, dilapidato, mezzo abbandonato e con un numero tale di violazioni tanto da guadagnarsi l’appellativo di “slam landlords”. Semplicemente caseggiati a schiera del 19° secolo un tempo dignitosi se non addirittura signorili. Queste case di fronte al museo e al fiume Moosic River, con lo scenario delle colline nesso sfondo, che danno quella caratteristica unica a North Adams.

Fu così che contattò Nancy Fitxpatrick, proprietaria del The Red Lion Inn, un albergo storico di charme a Stockbridge con l’idea di convertire case in un albergo.

the porches innNasce così la visione: un piano di cinque anni per una Joint Venture con lo scopo di creare THE PORCHES INN. Dal Giugno 2001 il The Porches Inn da il benvenuto ai suoi ospiti.

I cinque edifici dell’epoca vittoriana artigianalmente costruiti per gli operai durante l’epoca industriale di North Adams oggi offrono collegamenti di dati high speed, DVD player e memorabilia funky sulle pareti con riferimenti al MOHAWK TRAIL della regione, una strada storica panoramica da indubbio appeal turistico: un invito ai caldi tepori durante il freddo inverno nevoso.interior porches inn

Il quartiere si è anche guadagnato il titolo di Travel and Leisure Condè Nast “Inn of the month”.Il cambio socio economico operato grazie a Mass MoCA a  North Adams, avvicina questa cittadina a Williamstown sede del Williams College e del suo museo.  Due realtà isolate e incastonate nelle valli delle montagne del Berkshires, che hanno contribuito ad un incremento commerciale, educativo e alla collaborazione con il mondo politico.

Il Berkshires è una regione con vocazione turistica basata su cultura e geografia, sul flusso di studenti nel college di Williamstown. Ma per rendere l’economia ulteriormente fluida il livello delle attività commerciali deve essere appropriato. La combinazione di commercio, cultura e grandi istituzioni accademiche in un piacevole tessuto urbano estetico. Essendo già la cultura e l’educazione accademica una parte essenziale del Berkshire Settentrionale, The Porches Inn è l’elemento commerciale aggiunto.

La rivitalizzazione della cittadina di North Adams è rinnovo urbano sensibile, design architettonico innovativo che trasforma un edificio rispettandone la storia nel suo contesto.

È la storia della gente, che agli inizi del 1900 guardava fuori dalle finestre degli appartamenti di River Street verso la fabbrica, oltre il fiume ove lavoravano e, mentre lavoravano in fabbrica guardavano attraverso le finestre le proprie case. Uno scambio di sguardi attraverso le finestre che continua ancora oggi: impresari, architetti e visitatori del museo del 21° secolo volgono lo sguardo attraverso le finestre, del Museo all’Inn e dall’Inn al Museo ed ammirano un parallelo socioeconomico, un’interazione che attraversa River Street. È un modo di vedere le cose.