Nel Berkshires un nuovo spazio d’arte: TURN PARK ART SPACE

WEST STOCKBRIDGE deliziosa piccola cittadina si trova appena sopra il confine dei prati verdi smeraldo di  Tanglewood, Lenox.  Qui lo spirito é gioioso. Una cava di marmo in disuso – retaggio di un glorioso passato industriale – é  stata felicemente trasformata: il paesaggio restaurato, i detriti degli scavi scomparsi e dalla polvere é nato Turn Park Art Spacenuovo parco per le sculture e hub culturale. La recente apertura di  Turn Park rappresenta per i suoi fondatori Igor Gomberg e sua moglie Katya Brezgunova il culmine di un sogno che hanno immaginato da decenni: costruire una spaio d’energia pulsante, un luogo allegro per la comunità, per l’arte e le idee creative.  La loro visione é scaturita dalla propria vita passata a Mosca, ma ha le radici ancora più profonde nella storia dell’Unione Sovietica ed in quella di un particolare scultore moderno di nome Nikolay Silis. Nativo di Mosca nel 1928, Silis famoso in Russia ma sconosciuto all’esterno ha vissuto negli anni bui della sperimentazione sovietica. Suo padre morì durante il regno del terrore di Stalin. Negli anni ’50 Silis e due altri artisti unirono le forze — Vladimir Lemport e Vadim Sidur — ed il terzetto si rifugiò letteralmente sottoterra, creando uno spazio di lavoro nel corso degli anni, in una serie di stanze nelle cantine di un vecchio palazzo moscovita d’appartamenti. Il loro studio divenne un punto d’incontro leggendario dell’ intelligentsia di Mosca. Il regista Yuli Fayt si ricorda di avervi reso visita con suo padre negli anni ’50 ammirando la piccola folla di una quindicina di famosi poeti, scienziati, gente senza nome, uomini barbuti e splendide donne; alcuni suonavano la chitarra, altri cantavano in inglese, francese, ucraino, russo canzoni  che venivano da ballate letterarie a canti folclorici , canti della criminalità russa .Alle pareti erano appese dozzine di opere d’arte: ritratti di Dante ed Einstein, meravigliose fluide figure femminili in legno o ceramica, lavori di pietra e metallo. Uno spirito di libertà e creatività aleggiava supremo.  Gomberg incontrò Silis molti anni più tardi, nel 2000: unico superstite del trio d’artisti originale, ancora attivo ed in vita. Lavorava ancora dal suo studio nelle cantine di Mosca. Se l’aria esterna era cambiata profondamente, non tanto quella sottoterra. Nella nuova Russia lo studio era uno spazio diverso, come un alito di libertà; in un’epoca quando in Russia aprivano i negozi di Gucci e di Dior sulla Piazza Rossa, Silis preservava uno stile Soviet particolare di ritrovarsi, rifugiarsi, trovare riparo nel condividere cibo, bevande e conversazioni sull’arte e sul mondo delle idee. Gomberg, decise di aiutare Silis comperando le sue opere scultoree e esponendole all’estero. Lui e la Brezgunova, una scenografa, comperarono la terra accanto a Praga ma i residenti locali non davano segni ospitali, tanto che le sculture rimasero in magazzino e la famiglia intera decise di emigrare negli Stati Uniti  a Newton, in Massachusetts. Gomberg e Brezgunova parlarono ai nuovi amici della propria visione per lo spazio d’arte; qualcuno suggerì il Berkshires. Così, sulle orme di un altro russo di decenni prima, di nome Serge Koussevitzky, decisero di andare alla scoperta delle colline ad ovest del Massachusetts e trovarono West Stockbridge. Con l’aiuto dell’architetto Alexander Konstantinov, Il Parco é nato ed i visitatori possono incamminarsi lungo il sentiero per ammirare la collezione Silis e le sculture di Lemport, Nazar Bilyk, Vadim Kosmatschof e dello sculture americano locale Gene Montez Flores.

Turn Park pensa di continuare ad accrescere il sito, la sua collezione, il programma indirizzato alle famiglie, le mostre temporanee. Anche i piani musicali sono ambiziosi con il compositore Matti Kovler. E’ un mondo dell’utopia che é stato ricreato, con una percezione diversa di spazio e tempo. La cava di marmo é da sempre sulla strada che portava il nome di Moscow Road, benché nessuno sappia l’origine di questo nome. Forse é solo una felice coincidenza.

Con l’idealismo di Turn Park, la sua informalità e visione comunale di uno spazio condiviso costruito attorno alla creatività, sembra che il credo di Silis sia realizzato. Aperto tutti i giorni ad eccezione del Lunedì; ingresso 15$.

 

Settembre 2017: WORCESTER BEER FEST

L’Associazione dei Birrai del Massachusetts ospita la WORCESTER BEER FEST il 16  Settembre: è MASS FERMENTATIONAL!

La MASSACHUSETTS BREWERS GUILD lancia il suo primo evento, una beer fest con un party a WORCESTER: Mass Fermentational si svolge sabato, 16 Settembre dalle 13.00 alle 17.00 con una crescente lista di birrifici del Bay State, incluso l’acclamatissima Tree House Brewing Company.

La birra artigianale Tree House é originaria della cittadina di Monson e ha debuttato con una nuova sede state-of-the-art a Charlton ad una quarantina di chilometri da Boston, proprio il 15 Luglio. L’etichetta più acclamata del New England mantiene l’esercizio di Monson per la produzione di piccole quantità, mentre a Charlton si parla di almeno una cinquantina di barili. Si può assaggiare la birra Tree House alla Mass Fermentational che promuove oltre a tutelare, gli interessi dei birrifici artigianali del Commonwealth del Massachusetts. L’Associazione di birrifici nacque nel 2007 con lo scopo di proteggere la produzione artigianale dello stato: al tempo contava una trentina di birrifici, oggi ne vanta 120. La festa si svolge nel cuore della cittadina di Worcester, sul Common ed al City Hall attirando 2.500 persone. Ci sono fan di birra artigianale in ogni angolo dello stato, quindi un grande evento dedicato alla birra prodotta in Massachusetts nel cuore geografico dello stato non può che essere benvenuto. Oltre 50 birrifici serviranno birra mentre la lista delle etichette partecipanti è destinato ad aumentare. I biglietti sono già in vendita ed includono assaggi illimitati di 2 once di birra ( circa 50 ml). La festa Mass Fermentational offre anche pietanze a pagamento. https://massbrewersguild.org/

 

A BOSTON il nuovo YOTEL nel quartiere del Seaport

yotel bosApproccio fresco ed innovativo nel mondo dell’ospitalità a BOSTON. Gli elementi essenziali del lusso al YOTEL sono disposti in spazi nuovi ed intelligenti, ridefinendo così il tempo dell’esperienza alberghiera del cliente: il tutto a prezzi molto competitivi. L’ispirazione é nei viaggiatori di prima classe: YOTEL traduce  il linguaggio di una linea aerea di lusso con spazi ben disegnati, ma senza pesare nel prezzo. Ampie aree aperte, concepite appositamente per il  co-working, per gente che si trova e si rilassa. Il nuovo albergo é il secondo dei city hotel del marchio  YOTEL dopo il ben noto  YOTEL a New York.

Esperienza digitale enfatizzata: check-in come per il self-service check in delle compagnie aeree, early check in e late check out a scelta e free super-fast WiFi ovunque. YOTEL Boston si trova nel cuore dell’innovativo Innovation District al 65 di Seaport Boulevard. La vista dall’albergo spazia sul Boston Harbor e la distanza é di due passi al World Trade Center, al Boston Convention and Exhibition Center, al The Institute of Contemporary Art ed al quartiere degli affari, financial district. Facile raggiungere l’albergo con i mezzi pubblici, la Silver Line della metropolitana MBTA ha la fermata praticamente nel sottosuolo dell’albergo.  L’ Innovation District, un’enclave del quartiere del Seaport, é conosciuto per il suo brillante ed esplosivo  scenario tech, per i suoi grattacieli di lusso e per gli spazi co-working. L’influenza di cervelli creativi ha portato anche caffè, menù con inventiva, arte pubblica da pionieri e bei ritrovi outdoor quali The Rose Kennedy Greenway e The Lawn on D. Questo quartiere é perfetto per ospitare YOTEL, i suoi ospiti e offrire viste sul mare spettacolari.

A piano terra, di fianco a Mission Control (la versione futuristica 24/7 del banco ricevimento tradizionale dell’albergo) c’é una Club Lounge con begli spazi disegnati per il co-working, pasti casual, meeting o semplicemente relax con una bevanda al bar, al termine di una giornata indaffarata. Ospiti e gente del posto possono godersi una colazione o un caffè prima d’immergersi nella città.  Le cabine – le camere – dispongono di uno SmartBed™ con lenzuola di lusso, docce ringiovanenti a pioggia, illuminazione regolabile rilassante, più che sufficienti prese e smart TV facilmente collegabili ai dispositivi dell’ospite. Lo skyline di Boston dal 12° piano e dalla terrazza offre una splendida modalità per rilassarsi seduti, indoor o outdoor, al bar ed al ristorante, così da essere luogo ideale per una bella serata o per essere visti a Boston! YOTEL é per tutti: giovani ed i giovani dentro nel cuore, il viaggiatore d’affari, e l’avventuriere urbano. Chi apprezza innovazione, stile, cultura e qualcosa di nuovo e fresco in una città storica, amerà quest’albergo di 326 camere, delle quali 18 per portatori di handicap, 6 First King ed 1 VIP Suite. “Explore, eat, drink, experience and find out why we LOVE BOSTON. And P.S.: when in Boston, Cheers will not be the only place where everyone knows your name!”


I “Massachusetts Firsts “, le “Prime Volte” del Massachusetts

 

I “Massachusetts Firsts “, le “Prime Volte” del Massachusetts: molteplici, tradizionali, curiosi, insospettati, innovativi: tutti hanno fatto storia, contribuito a forgiare l’America e le sue icone, ma soprattutto hanno caratterizzano lo stato del Massachusetts ove sono nati numerosi primati. Scopriamoli insieme, viaggiando in Massachusetts!

1621 - Il primo Giorno del Ringraziamento si tenne a Plymouth nel 1621. Il Thanksgiving non divenne però una festività ufficiale fino al XIX secolo grazie ad Abramo Lincoln che la istituì ufficialmente nel 1863, e che doveva essere sempre celebrata il quarto giovedì di novembre.  Il luogo ideale per rivivere il primo giorno del Ringraziamento in Massachusetts è senza subbio Plimoth Plantation: si tratta di  un vero e proprio living history museum  – che offre ai visitatori la possibilità di viaggiare a ritroso nel tempo per provare come si viveva in un piccolo insediamento dei primi coloni inglesi nel 1627 in pieno territorio dei nativi Wampanoag. Nel villaggio sarete circondati da casette di legno modeste, giardini ed orti coltivati, animali e da affascinanti abitanti/interpreti in costume d’epoca che vi narreranno come si viveva in quel periodo storico.

 

1634 - Il primo parco pubblico d’America. Nel cuore della città – ubicato fra Tremont, Boylston, Charles e Beacon Street – il Boston Common è il primo parco pubblico ad essere stato creato negli Stati Uniti nel 1634. Da qui parte il Freedom Trail; d’inverno il Frog Pond è la meta imperdibile per chi ama pattinare sul ghiaccio, mentre durante la stagione estiva nei pressi del laghetto si tiene il festival Shakespeare on the Common. Attigui ai Boston Common sono i Public Garden costruiti nel 1837. Quasi 10 ettari di oasi botanica dove una gita sulle Swan Boats – le piccole imbarcazioni a forma di cigno che solcano il laghetto – sono una tradizione locale da 130 anni. Il Boston Common e i Public Garden fanno parte di quello che è noto come il Boston Emerald Necklace – la Collana di Smeraldo – un circuito verde di circa 9 km ideato da Fredrick Law Olmsted, il più famoso architetto di parchi e giardini d’America, ideatore anche del Central Park di New York –  che attraversa Boston e che raggruppa più parchi e giardini pubblici della città.

 

1636 - La più antica università d’America è Harvard a Cambridge. Fu istituita l’8 settembre del 1636 a seguito di una delibera della Massachusetts Bay Colony, il consiglio della colonia che aveva per capitale Boston. Inizialmente era chiamata “the New College” poi nel 1639 prese il nome di Harvard College in onore di John Harvard, che lasciò per testamento al college la sua biblioteca composta di circa 400 libri e una rilevante somma di denaro, con la quale l’istituto fu ristrutturato e ampliato. Harvard oggi si compone di 10 istituti indipendenti che accolgono varie facoltà: medicina, odontoiatria, legge, economia, teologia, pedagogia, arti e scienza, salute pubblica, scienze politiche e design. Qui sono laureati molti famosi alunni; tra essi ben otto presidenti americani, primi tra tutti Barack Obama e John F. Kennedy, filosofi (Henry David Thoreau), autori (Ralph Waldo Emerson) e attori (Jack Lemmon e  Natalie Portman). Il modo migliore per visitare Harvard è sicuramente con Trademark Tours che organizza tour a piedi guidati da studenti o ex studenti che si concentrano su Harvard Yard ed intorno alla famosa Harvard Square. www.harvard.edu –

 

1716 - Il primo faro d’America venne costruito davanti al Boston Harbor nel 1716 su Little Brewster Island. Nel 1948, il Boston Light adotto l’elettricità e nel 1989 ogni faro statunitense fu automatizzato ad eccezione del Boston Light. Forse, opportunamente, il primo faro delle coste americane è stato l’ultimo a soccombere alla modernizzazione. Con sforzi congiunti dei gruppi di preservazione storica e del Senatore del Massachusetts Edward M. Kennedy, i fondi furono investiti nel mantenimento della Coast Guard a Little Brewster Island trasformando il faro in un museo della storia dei fari. Il Boston Light venne automatizzato il 16 aprile, 1998, ma la Coast Guard continua a mantenervi servizio. La luce alimentata da 2 milioni di lampade è visibile a circa 25 km di distanza. Si passa davanti al faro a bordo dell’escursione proposta dalla Boston Harbor Cruises’ che conduce alla visita di numerosi fari della zona. Inoltre si può intraprendere una gita condotta da un ranger che consente di accedere alla torre. http://www.bostonharborislands.org/little-brewster-island

 

1848 - La Boston Public Library, fondata nel 1848 è la biblioteca municipale pubblica di Boston. È stata la prima biblioteca aperta al grande pubblico negli Stati Uniti, e la prima biblioteca pubblica a permettere alle persone di prendere in prestito libri ed altro materiale; si stima che qui siano custoditi quasi 9 milioni di volumi.  L’edificio McKim dal 1973 fa parte dei National Register of Historic Places e nel 1986 è stato designato quale  National Historic Landmark per il suo significato storico ed architettonico, qui si possono ammirare alcuni affreschi ad opera di Sargent Singer.  I veri Bostoniani sanno che ogni mercoledì, giovedì e venerdì nell’edificio Mc Kim, presso il Courtyard Restaurant, si serve il tè pomeridiano accompagnato da squisiti sandwich, pasticcini e scone. www.bpl.org

 

1897 - Il primo sistema di metropolitana degli Stati Uniti fu costruito a Boston nel 1897. La mattina del 1° settembre 1897 oltre un centinaio di persone giunsero alla stazione di Park Street per essere i primi pendolari della nazione ad utilizzare un nuovissimo sistema di trasporto per gli Stati Uniti: la metropolitana. Entro la fine della giornata oltre 100.000 persone sperimentarono una corsa in metro per la prima volta. Il sistema della metropolitana di Boston oggi si chiama MBTA e comprende tutta una serie di trasporti suburbani che collegano l’area della Greater Boston. A Boston con la metropolitana – famigliarmente chiamata T – si giunge praticamente ovunque….per esempio la Silver line conduce all’aereporto internazionale di Logan, mentre la Red Line porta ad Harvard Square. Il Charlie Ticket è un pass ricaricabile che consente di viaggiare in totale autonomia su tutti i trasporti urbani e suburbani della città di Boston.

 

1891 - La prima partita di basket della storia si tenne a Springfield, città dove venne inventata questa disciplina sportiva nel 1891 da James Naismith. Lo scopo di Naismith – un insegnante di educazione fisica – era quello di ideare un’attività che colmasse il  gap che si creava tra la stagione di football e quella di baseball e per poter praticare uno sport  al chiuso durante i lunghi inverni; in breve tempo il basket divenne uno degli sport più popolari d’America. A Springfield sorge il Naismith Memorial Basketball Hall of Fame uno dei massimi riconoscimenti della pallacanestro internazionale che onora i giocatori più rappresentativi (per l’Italia è presente Dino Meneghin), i migliori allenatori, gli arbitri ed i personaggi che hanno dato un contributo fondamentale al miglioramento e all’affermazione di questo sport. Invece a Holyoke (a soli 15 km da Springfield), William G. Morgan, nel 1895 creò un nuovo gioco chiamato “Mintonette” che dopo una dimostrazione tenuta allo  YMCA locale, venne ribattezzato con il famigliare   “Volleyball” – pallavolo. A Holyhoke sorge la Volleyball Hall of Fame.

 

1897 – Il 19 aprile 1897 si tenne la prima Maratona di Boston; si tratta della più antica maratona del mondo (dopo l’originale di Atene). La gara si corre, fin dalla sua prima edizione, durante il Patriots’ Day, la tradizionale festività del Massachusetts che celebra l’inizio della Rivoluzione Americana, il terzo lunedì d’aprile di ogni anno. La squadra di baseball dei Red Sox  gioca una partita prima di mezzogiorno, invitando tutti a salutare il sole nascente. Alla maratona possono partecipare tutti gli atleti che abbiano corso maratone ufficiali nei sei mesi precedenti la gara ed abbiano ottenuto dei tempi minimi stabiliti per ogni categoria ed età. Il percorso attuale va da Hopkinton, pochi chilometri ad ovest di Ashland e termina presso la John Hancock Tower a Copley Square, nel pieno centro di Boston. La Boston Marathon vanta anche un altro record importante: è stata la prima competizione di questo tipo ad ammettere atleti con problemi di disabilità motoria. Nel 1975 Bob Hall vinse una scommessa con l’allora direttore di gara Will Cloney completando l’intero percorso su sedia a rotelle in meno di tre ore  e ricevendo per tale impresa un certificato ufficiale di partecipazione dalla BAA – Boston Athletic Association. – www.baa.org

 

2004 - Il 17 maggio 2004 il Massachusetts fu il primo stato gli Stati Uniti a legalizzare il matrimonio tra persone dello stesso sesso. Questo fu un evento storico che aprì un nuovo capitolo nella storia dei diritti degli omosessuali negli Stati Uniti. Per l’occasione il municipio di Cambridge decise di aprire gli uffici in piena notte per ricevere le domande per il certificato di matrimonio di coppie gay e lesbiche. La prima coppia a ricevere i suoi documenti era formata da Marcia Hams e Susan Shepherd, insieme da 28 anni e con un figlio di 24.

Voglia di gelato??

ll Massachusetts ha una lunga storia d’amore con il gelato. Generazioni di famiglie conservano profondi ricordi di merende dolci nelle cittadine di mare e nelle campagne. Questa dolcezza, divinità cremosa è per le quattro stagioni nel Bay State e la si celebra ancor più durante le calde solari giornate d’estate. Ecco dove potete gustare delle buone cucchiaiate di gelato…

Dolce, delizioso gelato…Come si fa a non amarlo E’ rinfrescante e si presenta in una varietà di gusti e consistenza. Se siete tradizionalisti (un cucchiaio alla vaniglia) o se volete sempre scoprire nuove fragranze (menta lime avocado), c’è sempre spazio per un buon gelato. Ma il bello è che vogliamo il vostro spassionato parere: seguiteci sui social media e diteci qual è il gelato che preferite, gusto, stile e dove l’avete trovato in Massachusetts!#icecreamMA #visitMA. 

Oltre alle gelaterie predilette in tutto il Massachusetts, sono almeno tre i marchi famosi in tutto il mondo che hanno iniziato proprio qui! HoodFriendly’sBrighams Ice Cream. Con una ricca tradizione nell’arte del gelato, il Massachusetts presenta il suo dessert estivo preferito con un raggio di sole e spirito frizzante. Sul nostro sito ufficiale  un elenco delle migliori gelaterie: http://www.massvacation.it/gusta/ice-cream/

Plymouth attende i 400 anni del viaggio del Mayflower…

Countdown in Massachusetts per la celebrazione a PLYMOUTH dei 400 anni del Viaggio del Mayflower e la creazione della colonia. Mancano poco più di 3 anni allo storico festeggiamento nel 2020!

Plymouth 400 celebra il contributo culturale e la tradizione americana che ebbe inizio con le relazioni tra il popolo dei Nativi Indiani  Wampanoag ed i Coloni Inglesi: una storia che ha incredibilmente forgiato la nascita dell’America. E’ la storia americana dell’esplorazione, dell’innovazione, dell’auto-governo, della libertà religiosa e del thanksgiving. Il patrimonio che è sorto da questi eventi storici, continua ancora oggi ed é un pilastro degli Stati Uniti.

A PLYMOUTH si passeggia per l’antica cittadina, si vota per la vetrina meglio illuminata e decorata; si sosta in un ristorante e si brinda con una pinta di birra artigianale locale, celebrando Illuminate Thanksgiving! Infine la General Society of Mayfl­ower Descendants House onora i 102 passeggeri  del Mayflower con 102 luminarie e la Plymouth Antiquarian Society offre tour della storica Hedge House. Questa splendida dimora storica, restaurata ed oggetto di visite tutto l’anno, é uno dei più begli esempi d’architettura Federale a Plymouth. Intatta con la sua rimessa, fu costruita da un capitano di mare William Hammatt, poi successivamente acquistata dal mercante Thomas Hedge, uno dei primi industriali ed imprenditori che investì capitali nei primi affari legati alla baleneria in questa città. Costruì una fabbrica di candele ricavate dall’olio di balena e creò una fabbrica di mattoni. La dimora é uno dei numerosi esempi di patrimonio storico di Plymouth, che ne narra la vita quotidiana dal 1600 ad oggi.

http://www.plymouth400inc.org/

Sail Boston 2017: Boston celebra le tradizioni marittime dal 17 all 22 giugno

Il MASSACHUSETTS saluta SAIL BOSTON 2017, celebrando le tradizioni marittime con la regata delle  TALL SHIPS dal 17 al 22 giugno nel Boston Harbor. Boston unica tappa USA del circuito delle sei nazioni!

Sail bostonOltre 50 i velieri da oltre una ventina di paesi del mondo al RENDEZ VOUS 2017 delle Tall Ship che fanno di Boston dal 17 al 22 giugno 2017 il porto delle manifestazione SAIL BOSTON 2017: è il maggior raduno di navi dal 2000 e Boston è l’unica città statunitense inclusa nei circuito delle sei nazioni.

Le attività hanno proprio inizio sabato 17 giugno, quando la PARADE of SAILS presenta la moltitudine di velieri che entrano nello storico porto di Boston. Da qui iniziano quattro giornate di eventi pubblici con esposizioni veliche, tour gratuiti a bordo delle navi, workshop velici ed opportunità d’interagire con flotte internazionali e con rappresentanze di altre nazioni. Tra i vascelli che si danno appuntamento a Boston c’é BLUE CLIPPER dal Regno Unito, EL GALEON dalla Spagna e UNION dal Perù.

Boston è il quinto porto della navigazione Rendez-Vous Tall Ships Regatta 2017: una parata di navi storiche che tocca vari porti d’Europa, Sud America e Nord America. L’Evento Tall Ship é una tradizione molto amata da Boston e dal Massachusetts e risale al 1976, quando una flotta di velieri giunse al Boston Harbor quale parte della celebrazione del bicentenario della nazione.

http://www.sailboston.com/

Eventi estivi al The Clark, Williamstown

Al The Clark di Williamstown un programma estivo ricco con qualcosa per tutti! L’esperienza artistica unita alla bellezza naturale delle colline del Berskhires

The Clark è una delle poche istituzioni negli Stati Uniti che combina un museo d’arte pubblica con programmi accademici di ricerca e di studi d’arte inclusa una biblioteca di storia dell’arte. La sua missione e la sua posizione geografica nel Berkshires del Massachusetts ne definiscono tre aspetti essenziali: la qualità della sua arte, la bellezza del suo contesto paesaggistico pastorale e il profondo impegno nel generare idee. Questo fin dal 1955 quando aprì i suoi battenti. Oggi é uno dei musei d’arte più altamente rispettati ed amati al mondo, famoso per le sue sale così intime e per la sua ambientazione naturale così spettacolare. Oggi ha completato il suo progetto pilota per il 21° secolo con la fase finale del programma d’espansione e  trasformazione del campus, con l’aggiunta di servizi nuovi per supportare la crescita museale e dei programmi accademici e valorizzare ulteriormente l’esperienza di visita oltre a creare nuovi livelli di sostenibilità ambientale in tutta la sua area di 57 ettari pur mantenendo il suo aspetto rurale originale. Con questo complesso creato da notevoli architetti – tra i quali Tadao Anto – The Clark accoglie chi ama natura ed arte ed invita anche alla sua tavola, rigorosamente etica e diretta dall’ Executive Chef Dan Hardy al Cafè 7. Il 3 Giugno inaugura una splendida mostra: Picasso: Encounters, che mette in risalto i diversi procedimenti collaborativi sperimentati da Picasso nelle tecniche di stampa. La mostra offre uno sguardo sull’influenza delle varie tante donne muse dell’artista, attraverso la sua carriera. 35 le stampe di Picasso in esposizione, unitamente ad alcune notevoli tele imprestate al The Clark grazie alla generosità del Musée National Picasso–Paris. Se desiderate ammirare il ritratto semifinale di Picasso –  Self Portrait – del suo periodo Blu oppure il famoso Ritratto di Dora Maar, abbandonandovi alla bellezza delle colline del Berskhire durante il periodo estivo, allora Williamstown é il posto giusto a soli 200 km. da Boston. Sempre il 3 Giugno s’inaugura un’affascinante mostra chiamata: Orchestrating Elegance: Alma-Tadema and Design, una grande storia che intreccia arte, design, musica e che offre al visitatore l’opportunità per esplorare uno degli ambienti più stravaganti della Gilded Age.  La mostra guarda alle opere di  Sir Lawrence Alma-Tadema che crea una  sontuosa stanza della musica per il milionario di New York, Henry Gurdon Marquand, e raduna molteplici pezzi unici dell’eccezionale mobilia, pittura, scultura e lavori d’arte decorativa creati per questa stanza. Questa esposizione é ispirata al magnifico pianoforte Steinway della collezione del The Clark, disegnato da Alma-Tadema e pezzo centrale della stanza della musica. Il 3 Luglio al The Clark due mostre sulle opere di Helen Frankenthaler – una delle maggiori artiste americane dell’Espressionismo Astratto. Una mostra – As in Nature – mette a fuoco i suoi dipinti ed include alcuni lavori di proporzioni epiche mentre l’altra mostra – No Rules – espone le sue stampe di matrici lignee. Entrambe presentano lavori di estrema bellezza dell’artista così legata alla regione del Berskhires del Massachusetts tanto che fu artista residente al Williams college e negli anni ’80 presentò i suoi lavori proprio al The Clark.

L’estate del The Clark continua arricchita di film, lecture, eventi musicali ed altro ancora. Al The Clark é disponibile una guida multimedia per $5 in commento alla collezione permanente ed alle mostre speciali. Disponibile come app sul cellulare, scaricabile gratuitamente con  iTunes e Google Play™.

http://www.clarkart.edu

Scoprite il mondo di Dr. Seuss a Springfield

Che Springfield in Massachusetts sia la città ove è nato il basket èun dato di fatto ed il Naismith Memorial Basketball Hall of Fame – aperto nel 1968 – è una delle sue maggiori attrattive, uno dei massimi riconoscimenti alla pallacanestro internazionale. E’ anche la città – terza per grandezza in Massachusetts – ove nasce nel 1900 l’azienda motociclistica “Indian”, glorioso marchio storico delle due ruote americane. Last but not least, Springfield è situata nel “Corridoio della Conoscenza” di Massachusetts e Connecticut: vanta 32 università e ha dato i natali a diversi personaggi americani di grande notorietà. Tra i tanti – Kurt Russell l’attore, Charles Goodyear dei pneumatici, Ronnie Jones cantante e compositore – spicca  Theodor Seuss Geisel, scrittore e fumettista nonché ideatore della serie di fantastici personaggi – oltre 400, tutti asessuati e privi di caratterizzazione etnica – protagonisti di almeno 60 libri per l’infanzia. Springfield in suo onore, dedica ai bambini THE AMAZING WORLD OF DR.SEUSS. Il Museo bilingue che esplora l’infanzia e le storie di Theodor Seuss Geisel, sorge nel centro storico, parte degli SPRINGFIELD MUSEUMS del Quadrangle. The Amazing World of Dr.Seuss si aggiunge ai quattro musei già esistenti – George Walter Vincent Smith Art MuseumSpringfield Science MuseumMichele and Donald D’Amour Museum of Fine ArtsLyman and Merrie Wood Museum of Springfield History – ed al Dr. Seuss National Memorial Sculpture Garden per i quali si paga un unico biglietto d’ingresso.

Geisel, conosciuto con lo pseudonimo di Dr.Seuss, nacque nel 1904 a Springfield. Dr.Seuss riuscì a combinare l’innata fantasia alle notevoli capacità di disegno; tratteggiava animali bizzarri, forse ispirandosi a quelli a lungo osservati da bambino, nello zoo di Springfield diretto dal padre.  Con Beginner Books, di cui nel 1958 Seuss é presidente, crea un nuovo modo di editare libri per bambini e fonda una vera scuola. Nel 1984 fu insignito del Premio Pulitzer “per il suo contributo di quasi mezzo secolo all’educazione e al divertimento dei bambini americani e dei loro genitori“.  I lavori di Dr. Seuss non sono stati particolarmente diffusi o amati fuori dai paesi di lingua anglosassone poiché per la maggior parte scritti in versi e in rima, con un metro preciso, il tetrametro anapestico. Il contenuto “didattico” con la morale in ogni storia, riserva sempre il fascino per la parola che Dr.Seuss voleva inculcare nei piccoli lettori, nella prospettiva di un’allegra alfabetizzazione. Benché non sia così noto in Italia – Cat in the Hat e il Grinch insieme a Horton e Sam, i più amati protagonisti delle storie di Seuss, sono riconosciuti come dei classici della letteratura per l’infanzia. The Cat in the Hat del 1957 centrò l’obiettivo del progetto per l’infanzia e risultò uno dei libri più stimolanti per lettori in erba, tanto che in tre anni ne furono vendute quasi un milione di copie. Protagonista: un gatto antropomorfo, simpatico, strepitoso, generoso che indossa un cappello a strisce bianche e rosse ed un papillon rosso, che salva dalla noia due bambini soli in casa in un giorno di pioggia. Ancora oggi quest’opera é nella lista dei 10 libri per bambini più venduti in America! Il Grinch (How the Grinch Stole Christmas!) é uno spiritello anti-Natale che critica il Natale consumista.

Due giorni di festa per questo nuovo museo: il 3 Giugno – guidata dal gigantesco Cat in the Hat – sfila una parata di lungo la Mulberry Street per arrivare al campus degli Springfield Museums; qui si svolge uno spettacolo dello SHOW Circus di Northampton e del coro degli studenti della Scuola di Musica di Springfield sul tema del Dr.Seuss. Il 4 giugno continua l’intrattenimento dentro e fuori il Museo. Il primo piano dell’Amazing World of Dr.Seuss offre una zona completamente dedicata ad attività manuali per i bambini, per esplorare suoni e vocaboli, giocare con le rime, inventare storie, impegnarsi nei giochi di squadra e pensare creativamente: né più né meno come l’infanzia di Dr.Seuss narrata nel libro Young Ted in Springfield, con esperienze ed esplorazione di Springfield che hanno influenzato tutta l’opera del fumettista e scrittore. Readingville trasporta i visitatori nei libri più famosi dell’autore. Il secondo piano del Museo é colmo di reperti che appartennero a Theodor Geisel ed alla sua famiglia.  Altre esposizioni mettono in luce la creazione del Dr.Seuss National Memorial Sculture Garden, e foto rare di famiglia.

Il MassMoCa di North Adams si espande…

Raddoppia il MassMoCa di North Adams, Massachusetts: il 28 Maggio 2017 si celebra la monumentale espansione del più grande contemporary art museum negli Stati Uniti d’America.

Una giornata di celebrazioni con arte e musica il 28 Maggio 2017 a North Adams - piccola località del Western Massachusetts ed ultima tappa del Mohawk Trail per chi giunge da Boston. Il MASSMoCa apre la stagione estiva 2017 con l’inaugurazione del Building 6, ovvero la terza fase dello sviluppo del campus di 39.000 mq di interni rinnovati con il museo ricavato dalla fabbrica del 19° secolo con opere esposte di artisti quali Robert Rauschenberg, Louise Bourgeois, James Turrell, Jenny Holzer, Laurie Anderson, Gunnar Schonbeck (Bang on a Can).

Altri artisti saranno in mostra al Building 6: Spencer Finch, Dawn DeDeaux, Lonnie Holley, Mary Lum, Barbara Ernst Prey, Janice Kerbel, Joe Wardwell, Sarah Crowner. Per l’occasione il 28 Maggio é pianificata una parata Soundsuit di Nick Cave con la coreografia della professoressa del Williams College, Sandra Burton. La sera un concerto dal vivo di rock dei CAKE, band di cinque elementi anti-grunge e post-pop, che si distingue per fare musica con liriche intelligenti, suoni puri e regalare divertimento. Per tutta la giornata ci saranno anche i Food Truck.

MASS MoCA é uno dei centri del mondo più vivaci e più grandi che crea ed usufruisce d’arte, musica, danza, teatro, film e video. Uno tra i centri più produttivi degli Stati Uniti per creatività e presentazioni della new art. E’ una vera e propria piattaforma che s’impegna ad offrire alla sua audience, esperienze artistiche fresche, coinvolgenti e trasformanti.  La missione del MASS MoCA é nutrire e presentare nuova stimolante arte d’altissima qualità, in ogni tipo di forma ed in ogni fase della sua produzione, lavorando intensamente per renderla catalizzante e per dare vita alla comunità locale.

Il MASSMoCa  presenta oltre 75 spettacoli tutto l’anno: danza contemporanea, cabaret alternativo, feste di danza world music, indie-rock, progressive bluegrass, film muti proiettati in esterno con live music, documentari, teatro d’avanguardia. E proprio vero, la parola “museo” non si addice a questo complesso che per il 50% delle sue risorse si dedica alle arti dello spettacolo e sostiene un programma crescente di workshop e spettacoli anche sperimentali, nonché workshop per studenti. In cartellone: il 7 Agosto Joan Osborne canta Bob Dylan: il 12 Agosto il quintetto di Louisville My Morning Jacket; il 15 Settembre il Fresh Grass Festival ospita su 4 palcoscenici i più brillanti talenti dello spettacolo.

Le gallerie del MASS MoCA sono aperte ogni giorno ad eccezione del martedì,  dalle 11 alle 17. Ingresso: $18 adulti, $16 seniors, $12 studenti, $8 bambini 6-16, gratuità bambini 5 ed inferiori. www.massmoca.org